Lo scorso 7 aprile è stato presentato alle Commissioni parlamentari competenti il “Documento di fattibilità delle alternative progettuali” della nuova linea Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria che partendo da alcune considerazioni è giunta ad una ipotesi che esclude completamente il Cilento.

Occorre riconsiderare il tracciato ipotizzato nello studio di fattibilità perché un territorio come il Cilento non può essere completamente escluso dall’Alta Velocità“, ha dichiarato il Senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello.

Alla base dello studio presentato – continua il Senatore  – RFI pone un unico obiettivo: incrementare i livelli di accessibilità alla rete Alta Velocità per zone a elevata valenza territoriale, partendo dall’assunto che l’Alta Velocità nelle aree in cui è stata realizzata ha portato ad una migliore coesione territoriale ed altri benefici, tra i quali l’aumento dei flussi turistici, di business e di studenti e l’aumento dei valori immobiliari. Da tale assunto è evidente come non si può prescindere dall’inclusione del Cilento nell’Alta Velocità“.

Per evitare tale drammatica esclusione – conclude Castiello – nei prossimi giorni, insieme ai colleghi della provincia di Salerno, avremo un incontro presso il Ministero delle Infrastrutture per rimarcare su due punti di vitale importanza per lo sviluppo del Cilento: finanziare la velocizzazione dell’attuale tirrenica e prevedere nella nuova linea AV la deviazione verso la stazione di Sapri, a servizio del territorio cilentano, così come già analizzato nello studio di fattibilità da Reti Ferrovie Italiane“.

– redazione –

3 Commenti

  1. Giuseppe Colella says:

    Concordo con l’ onorevole Castello. Va bene l’ alta velocità nel Vallo di Diano, ma non si può assolutamente penalizzare il Cilento e soprattutto la stazione di Sapri, storica e di vitale importanza per tutto il territorio

  2. jonathan says:

    Concordo con lei sig. Giuseppe. Qui’ però si evidenzia l’incapacità dei nostri amministratori che invece di fare scudo e andare loro pure presso il ministero delle infrastrutture a far sentire le loro e tra parentesi metto pure (RAGIONEVOLI) considerazioni circa l’alta velocità, la quale farebbe più comodo in vari termini economici, ecologici e lavorativi. Continuano a dormire saporitivamente e si svegliano solo in periodi di elezioni. Promettendo cielo e terra e poi fanno le loro belle figure di burattini. Dott. Pellegrino Tommaso dott. Matera Biagio. SVEGLIATEVI

  3. Giuseppe says:

    È venuto fuori l’animo cilentano. Egr. On.le Le ricordo che è stato eletto anche con i voti degli elettori del Vallo di Diano e non ha mosso un dito di fronte ai continui depauperamenti del Vallo di Diano. Poveri noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*