Sulla questione Alta Velocità giunge anche il commento del responsabile dell’area cilentana della FILCA (Federazione Italiana Lavoratori Costruzioni e Affini), Peppe Marchesano.

I membri della Federazione, per quanto emerso nelle ultime settimane, sono rimasti sorpresi e preoccupati per l’esclusione del Cilento dalla nuova linea dell’Alta Velocità immaginata da RFI, che non trova assolutamente il loro consenso.

Il territorio cilentano – afferma Peppe Marchesano – è da sempre un traino turistico ed economico per una parte importante della provincia di Salerno e inoltre è già ampiamente penalizzato da una mobilità provinciale non adeguata alla mole di flusso che vive in particolar modo nel periodo estivo“.

Inoltre, anche altre scelte che riguardano la provincia sono a loro avviso poco comprensibili.

Salerno e Battipaglia ad esempio – sottolinea Marchesano – sono praticamente escluse dalla nuova rete, ma parliamo di quelli che attualmente sono i centri nevralgici del trasporto su ferro dell’intera provincia. L’auspicio è quello di un cambio di rotta non solo metaforico dell’idea di RFI“.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*