“Alta Velocità: fermata nel Vallo di Diano e l’Amministrazione Di Lascio sta a guardare”.

E’ la denuncia di Salvatore Falabella e Pina Manzolillo del Partito Democratico di Lagonegro.

“Lo ha fatto sapere qualche ora fa anche il consigliere regionale della Campania Tommaso Pellegrino: – dichiarano – fermata dell’Alta Velocità tra Buonabitacolo e Atena Lucana confermata anche dalla viceministra alle Infrastrutture Teresa Bellanova come stabilito nella relazione tecnica di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) la quale ha definito il tracciato della nuova linea che, partendo da Battipaglia passerebbe per il Vallo di Diano e il Lagonegrese prima di arrivare a Praia a Mare. A fine novembre si è tenuto a Padula un incontro/dibattito sull’Alta Velocità nel nostro territorio e, a tale appuntamento, la nostra Amministrazione, invitata per unirsi alle istanze di realizzazione dell’AV da interconnettere con la Sicignano-Lagonegro, si è presentata immotivatamente agguerrita, tant’è che la sindaca Di Lascio, accompagnata dall’assessore Mastroianni, si è lanciata in dichiarazioni prive di confronto documentale sull’effettiva realizzazione della stazione dell’Alta Velocità a Lagonegro e sulla capacità di perseguire quest’obiettivo da parte della Regione Basilicata. Peccato, però, non vi sia stata una sola e chiara dichiarazione del Presidente Bardi e/o dell’assessora regionale alle Infrastrutture Merra sulla vicenda, anzi, per reazione sono fioccate le delibere dei Consigli di molti Comuni tra la Val d’Agri e la Val Melandro a sostegno della stazione AV ad Atena Lucana”.

“Si inserisce qui anche il consigliere Piro che, via social, calca la mano sulla vicenda arrivando a sbeffeggiare il consigliere regionale della Campania Corrado Matera: ‘…dopo il Tribunale anche la fermata ferroviaria sarà Lagonegro! Se ne faccia una ragione Matera’. Eppure RFI, nell’esplicitare le fermate non fa cenno a Lagonegroattaccano Falabella e Manzolillo -. Appare inspiegabile, quindi, l’atteggiamento provocatorio dei politici nostrani che con fare arrogante hanno dichiarato guerra al vicino Vallo di Diano con il solo risultato di istigare tutta la comunità civile e politica di quel territorio”.

“In Campania Conferenza dei Sindaci, Comunità Montane, singole Amministrazioni Comunali e ben due consiglieri regionali si stanno mobilitando per garantire la stazione e dare il benservito al Lagonegrese in risposta a Sindaca e consigliere – concludono -.  Stupisce, fra l’altro, che questi ultimi non siano stati capaci di ottenere la dichiarazione esplicita di una posizione netta da parte dell’amica Giunta Regionale a favore del Lagonegrese sul tema dell’Alta Velocità, opera strategica per l’intera area”.


  • Articolo correlato:

20/12/2021 – Alta Velocità. Pellegrino:“Nessuna intesa con Lagonegro, fermata tra Buonabitacolo e Atena Lucana confermata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano