All’ospedale di Villa d’Agri “straordinario” intervento al femore su una paziente di 100 anni





































intervento operazione

Immagine di repertorio

Un intervento di routine, ma che assume grande importanza per la paziente che l’ha subito. All’ospedale di Villa d’Agri una signora di 100 anni è stata sottoposta ad un intervento chirurgico al femore, riuscito perfettamente, tanto che a breve, nel fine settimana, farà già rientro a casa.

Protagonista di questo intervento, che si può definire straordinario, è il dottor Aldo De Falco, che ha guidato l’equipe del reparto di Ortopedia dell’ospedale valdagrino per portare a termine l’operazione sull’anziana signora. Si tratta di una centenaria di Tramutola, che ha spento le cento candeline lo scorso luglio.




Durante l’intervento chirurgico alla signora è stata trapiantata anche una protesi. Sarà pur vero che si tratta di un intervento di routine, ma non per tutte le età. Tanto che la signora non ha avuto complicazioni nemmeno a seguito dell’anestesia, cosa che poteva preliminarmente preoccupare.

Un caso di buona sanità, una bella storia che proviene dall’ospedale al centro di polemiche riguardo ad un probabile e tanto discusso ridimensionamento.

La centenaria tramutolese nei prossimi giorni verrà dimessa e potrà già tornare a svolgere le attività che faceva prima del problema riscontrato al femore, grazie particolarmente alla grande professionalità dei medici del nosocomio valdagrino.

– Claudio Buono –





























2 Commenti

  1. Russo Maria says:

    E poi si pensa che, la sanita, in Italia non funziona. Congratulazioni a tutta l’equipe che hanno fatto un ottimo lavoro. Uno stimolo in più per continuare

  2. Vaccaro carlo says:

    Sarebbe opportuno ringraziare per il loro lodevole lavoro anche gli infermieri della Sala Operatoria e dell’ortopedia grazie alla quale tutto è possibile, invece si tende sempre a dimenticare il loro importante e fondamentale lavoro

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*