Eseguito all’ospedale “San Carlo” di Potenza, con una tecnica estremamente innovativa, un intervento chirurgico di asportazione di un calcolo dal dotto di Stenone della ghiandola parotidea destra.

Ad annunciarlo è la Direzione dell’Azienda Ospedaliera Regionale che si congratula con i medici. L’intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito su un 51enne lucano dall’équipe di medici della Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria diretta dal dottor Lorenzo Santandrea: Giuseppe Michele Mangone, chirurgo maxillo-facciale, Gerardo Nolè e Ida Casorelli, otorinolaringoiatri, Libero Mileti, anestesista.

L’impiego di questa nuova tecnica mini-invasiva, utilizzata in pochi centri in Italia, consente, nel 95% dei casi, di rimuovere il calcolo senza dover asportare la ghiandola salivare. L’operazione chirurgica è finalizzata all’esplorazione del lume dei dotti delle ghiandole salivari maggiori (ghiandola sottomandibolare e ghiandola parotidea) mediante dispositivi ottici miniaturizzati, allo scopo di riconoscere le affezioni dei dotti ghiandolari (scialoendoscopia diagnostica) ed il loro eventuale trattamento (scialoendoscopia terapeutica).

Tale tecnica ha diversi vantaggi, quali quello di identificare ed eliminare la reale causa della patologia ostruttiva delle ghiandole salivari maggiori, riducendo il numero di indicazioni alla tradizionale asportazione della ghiandola salivare (scialoadenectomia per via esterna) e quello di evitare le cicatrici e il rischio di danni al nervo facciale e linguale.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*