La presenza incontrollata di cinghiali in branchi sul territorio comunale, le segnalazioni di avvistamenti in prossimità delle abitazioni e gli incidenti stradali causati proprio da questi animali.

Sono alcune motivazioni che hanno portato il sindaco di Bella Leonardo Sabato ad emettere una ordinanza urgente che autorizza i cacciatori ad abbattere i cinghiali, nelle giornate di sabato e domenica di marzo ed aprile, a partire dal 6 marzo. Battute straordinarie di caccia per un totale di 16 giornate, dalle ore 6:30 alle ore 16:00.

Secondo un calendario ben definito, le zone interessate saranno Carpineta, Monte, Pisciariello, Serra di Muro, Braida, Ponte di Legno, Acqua del Faggio, Casa Colonna, Limitoni, Terre Nuove, Martiniglio, Serra di Ciccio, Poggio Lungo, Re Pupillo, Sant’Antonio Casalini, Santa Lena, Pietra Scritta, Castelluccio del Principe, Piano delle Castagne, Valle della Pietra, Salbata e Sciamuricchio.

“Un provvedimento – ha dichiarato il sindaco Leonardo Sabato – che fa seguito alle tante segnalazioni di danni ingenti prodotti dagli ungulati, sia a cose che ai fondi agricoli. Ma anche ai numerosi avvistamenti di branchi in aree urbane, anche in orari diurni. In alcuni casi, i cinghiali hanno creato un pericolo oggettivo, improvviso e non prevedile tale da mettere a rischio l’incolumità dei cittadini. Un ringraziamento particolare per l’attenzione, la sensibilità e la disponibilità dimostrata dai cacciatori bellesi”.

Nell’ordinanza, il Sindaco ha ricordato anche le diverse denunce di incidenti stradali causati dai cinghiali ma anche la presenza degli stessi in prossimità delle abitazioni isolate, non solo nel centro abitato ma anche in periferie. Motivi che costituiscono pericolo per la sicurezza pubblica. Due le squadre autorizzate, composte da 9 e 14 componenti. Cacciatori con maturata esperienza e in possesso di regolare titolo di caccia in corso di validità.

– Claudio Buono –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*