Lo scorso 6 agosto a Rispescia, in provincia di Grossetto, sono stati premiati da Legambiente nove difensori dell’ambiente e della legalità nel corso della manifestazione “Festambiente”.

Esponenti delle Forze dell’Ordine e delle istituzioni, ma anche della società civile e del mondo del lavoro, che si sono distinti nella lotta all’ecomafia e alla criminalità ambientale, meritando il riconoscimento dell’associazione ambientalista. L’edizione di quest’anno ha visto gratificato l’impegno dell’Ufficio Circondariale Marittimo della Capitaneria di Porto di Palinuro, premiato per le attività di contrasto alla pesca illegale, soprattutto in riferimento ai numerosi sequestri di reti illegali, per la lotta all’abusivismo edilizio costiero, per la vigilanza sulle nidificazioni delle tartarughe marine e per la tutela ambientale in generale. Il premio è stato consegnato nelle mani del Comandante di Palinuro, il Tenente di Vascello Andrea Palma, da Angelo Gentili della Segreteria Nazionale di Legambiente, alla presenza del Presidente del Senato Pietro Grasso e del Vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Presente alla cerimonia anche una rappresentanza della Direzione Marittima della Toscana.

Rossella Muroni, Presidente nazionale di Legambiente, dopo aver letto le motivazioni del premio, ha pronunciato parole di forte apprezzamento nei confronti dell’attività a tutela dell’ecosistema marino svolta dalla Guardia Costiera, ricordando anche la straordinaria attività di soccorso condotta nello Stretto di Sicilia. “Vi ringraziamo, – ha detto il Presidente di Legambiente – siete il volto umano dell’Italia“.

– Chiara Di Miele –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*