Al via nuovi lavori di ripavimentazione della Strada Cilentana. Ad annunciarlo è il Senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello.

Gli interventi rientrano tra quelli finanziati con un fondo di circa 18 milioni di euro per il rifacimento di tutta la strada Cilentana (SS 18 Var). L’Anas ha, dunque, comunicato che sono in fase di avvio nuovi lavori che, sommati a quelli precedentemente eseguiti, consentiranno il rifacimento del manto stradale dell’intera arteria viaria, svincoli compresi.

In precedenza, lavori già ultimati avevano permesso di ripavimentare l’asse principale tra Prignano Cilento ed Omignano (ad eccezione degli svincoli) e, contestualmente, la tratta tra Paestum ed Agropoli, compreso lo svincolo di Capaccio; inoltre, erano stati già completati anche i lavori di nuova pavimentazione tra lo svincolo di Ceraso e Celle di Bulgheria-Poderia.

Tra maggio e giugno, Anas consegnerà alle imprese aggiudicatarie degli appalti ulteriori quattro stralci – dichiara il Senatore M5S -. Il primo nella tratta tra Celle di Bulgheria e Policastro Bussentino per un investimento complessivo di oltre 2,6 milioni di euro; il secondo tra Vallo Scalo e Ceraso, per un investimento complessivo di 4 milioni di euro; il terzo, per un valore complessivo di oltre 1,9 milioni di euro, per ripavimentare l’intera tratta da Agropoli Sud a Prignano Cilento, compresi gli svincoli di Agropoli; un quarto stralcio, del valore complessivo di circa 600mila euro, per l’intervento sugli svincoli di Prignano Cilento, Diga Alento e Perito“.

L’Anas ha assicurato che prima della sospensione estiva dei lavori, necessaria per non intralciare i flussi turistici, saranno ultimate le tratte Celle di Bulgheria – Policastro e Agropoli Sud – Prignano Cilento. L’ultima tratta Vallo Scalo – Ceraso sarà ultimata alla ripresa settembrina.

Occorrerà poi la messa in sicurezza della galleria di Cuccaro (per un chilometro e mezzo circa) – sottolinea Castiello – con un esborso di notevoli somme a causa dei gravi errori nella realizzazione dell’opera.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*