Più sicurezza presso l’Istituto “Luigi Scudiero” di Agropoli. Sono stati consegnati, infatti, i lavori per la realizzazione dell’impianto antincendio nella scuola di via Verga. Un’opera possibile grazie all’ennesimo finanziamento ottenuto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Adamo Coppola.

Il Ministero dell’Istruzione, infatti, ha concesso al Comune circa 130mila euro. Le opere consentiranno di realizzare il serbatoio di accumulo e le tubazioni nell’area esterna del plesso scolastico. All’interno, invece, verranno installati i bocchettoni, l’allarme antincendio e la segnaletica prevista per legge. Si andrà così a garantire ulteriore sicurezza nell’Istituto scolastico che fino ad oggi, in caso di emergenza, disponeva unicamente di estintori.

“L’installazione dell’impianto antincendio presso l’Istituto Scudiero rappresenta una di quelle opere poco visibili, ma al contempo fondamentali perché in grado di garantire la sicurezza dei piccoli studenti e di tutta la popolazione scolastica – commenta il sindaco – Era da tempo che la nostra Amministrazione voleva realizzare questi interventi. Così, quando si è presentata l’occasione del bando del Ministero, grazie al progetto elaborato dagli Uffici comunali abbiamo immediatamente deciso di candidarlo a finanziamento riuscendo ad ottenere le necessarie risorse. I lavori non arrecheranno disturbo alle attività scolastiche. Ho avuto un incontro con la dirigenza della scuola per concordare con quali modalità eseguire le opere senza provocare alcun tipo di disagio”.

Quelli alla scuola di via Verga non sono gli unici interventi pianificati per le scuole del territorio. Il Comune di Agropoli, infatti, ha destinato oltre 100mila euro all’Istituto “Gino Rossi Vairo”. I fondi permetteranno di realizzare un nuovo teatro e di abbattere le barriere architettoniche.

Inoltre l’Ente ha ottenuto un ulteriore finanziamento di circa 850mila euro per la realizzazione della nuova scuola di località Mattine. Le opere sono rimaste ferme a causa del blocco dei finanziamenti da parte del Ministero, ma già nelle prossime settimane la ditta incaricata sarà in grado di riprenderle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano