E’ stato attivato per il diciassettesimo anno consecutivo l’albero di Natale più grande della Basilicata, ai piedi della Torre di Satriano di Lucania a Tito. Grande soddisfazione da parte dei volontari dell’Associazione Anspi di Tito, che ogni anno curano il progetto, e del Comune di Tito, che come sempre patrocina l’iniziativa.

Una manifestazione non in presenza, a causa delle restrizioni dovute ai contagi da Covid-19. L’illuminazione dell’immenso albero è avvenuta a seguito di una tele-attivazione fatta dai volontari dell’Anspi proprio ai piedi della torre, il tutto trasmesso in diretta streaming.

8000 le luci accese, che disegnano circa i 1700 metri di albero realizzato attraversi impianti luminari e con il supporto di 460 pali che reggono le migliaia di lampadine. L’Albero di Natale più grande della Basilicata è alto 290 metri ed è largo 240. 15 i volontari che hanno lavorato un mese per la sua realizzazione.

In diretta streaming sui canali ufficiali del Comune gli interventi del sindaco, Graziano Scavone, e del vicesindaco Fabio Laurino. In particolare, gli amministratori hanno ringraziato l’Anspi per l’impegno ed hanno augurato che l’accensione di questo albero diventi un segnale di speranza e di rinascita per il nuovo anno.

Tra gli ospiti on line anche Francesco Ragnacci, rappresentante del comitato dell’Albero di Natale più grande del mondo che si realizza a Gubbio, il presidente dell’Anspi Giuseppe Palazzo, che ha spiegato tutte le caratteristiche tecniche, ed alcuni volontari.

E’ stato proprio il presidente Palazzo ad attivare l’albero a distanza con un telecomando: attivazione riuscita al primo tentativo, seguita dall’applauso e dalla soddisfazione di alcuni dei volontari presenti sotto la Torre. L’albero è ben visibile per chi percorre il raccordo autostradale Sicignano-Potenza e da buona parte del territorio del Marmo-Platano. Verrà acceso ogni giorno, dalle ore 17.00 all’una di notte: dal 1° gennaio sarà visibile sulla sagoma illuminata il cambio dell’anno, con il numero 2021.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*