Slitta a metà settembre la rimozione delle alghe dalla spiaggia della Marina, al porto turistico di Agropoli. Ad affermarlo, come riporta il quotidiano La Città di Salerno, è l’assessore al Porto e demanio, Massimo La Porta: “Rimandiamo tutto a dopo il 15 settembre, al fine di non creare disservizi. Per le operazioni di rimozione – spiega – sarebbero necessari una ventina di giorni, con l’impiego di ruspe e camion. E questo non è il momento opportuno per intervenire considerato che la spiaggia è frequentata quotidianamente. Una movimentazione di questa portata non farebbe altro che creare problemi e disagi a residenti e turisti”.

Una decisione destinata a far discutere, anche perché la rimozione della posidonia è attesa ormai da anni e crea, oltre a problemi di carattere paesaggistico, anche e soprattutto noie dal punto di vista igienico-sanitario. A lamentare, in particolare, un notevole disagio per la presenza delle alghe, che provocherebbero cattivi odori e sarebbero covo di ratti e insetti, è il Resort che sorge proprio sulla spiaggia, a pochi metri dalle due montagne di posidonia. In ogni caso, lo slittamento della rimozione viene attribuito alle lungaggini burocratiche ma anche all’Arpac che “non ha ancora rilasciato il parere”.

Successivamente, in base a un’ordinanza del sindaco Franco Alfieri, le circa 10mila tonnellate di alghe dovrebbero, secondo il progetto dell’amministrazione comunale, finire in un invaso in località Mattine, tra i comuni di Agropoli e Ogliastro. Il sito di stoccaggio però dovrebbe essere ripulito entro 180 giorni: la posidonia dovrebbe essere trasportata in un impianto di biomasse per essere trasformata in concime per l’agricoltura.

– redazione –


  • Articoli correlati

10/04/2014 – Agropoli: Alghe sulla spiaggia della Marina, avviata la bonifica

06/03/2014 – Agropoli: I cittadini insorgono contro le alghe


Commenti chiusi