E’ stato presentato l’11 novembre scorso dall’Ente Capofila Comunità Montana Vallo di Diano il progetto di filiera cerealicola denominato “AGIRE- Agricoltura Innovativa e Resiliente” in risposta alla domanda di sostegno per la Tipologia di intervento 16.7.1 — sostegno a strategie di sviluppo locale di tipo non partecipativo- Azione A” a valere sui Fondi del PSR 2014-2020 e inserito tra gli interventi della Strategia Nazionale per le Aree Interne Vallo di Diano.

In attesa degli esiti da parte delle strutture regionali il Presidente Raffaele Accetta ha rivolto un ringraziamento a tutti gli attori del partenariato sia pubblico che privato che hanno creduto in questa iniziativa ed hanno reso possibile la candidatura dell’intervento.

“Un partenariato qualificato e rappresentativo delle eccellenze territoriali – le parole di Accetta – ben 38 sono gli attori coinvolti. In primis 11 le aziende agricole del settore e sei le imprese del settore della trasformazione tra cui un mulino, pastifici, panifici. Coinvolti anche le associazioni che già operano nel settore dell’agricoltura, così come gli Istituti Scolastici affini a tale tematica. Presente anche la Fondazione MIdA, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni nonchè la Riserva Foce Sele Tanagro e Monti Eremita – Marzano. Sono veramente felice di poter dire che ancora una volta gli attori economici e non solo del nostro territorio hanno avuto il coraggio, la lungimiranza e la maturità di fare rete”.

L’intervento prevede una densa attività di progettazione partecipata che sarà svolta proprio dagli attori del partenariato che insieme individueranno i punti di forza e di debolezza della filiera e sceglieranno, sempre insieme, le attività che saranno finanziate con la successiva Fase B.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*