I Carabinieri della Sezione Radiomobile e della Stazione di Sala Consilina hanno arrestato, in flagranza di reato, un 30enne del posto ritenuto responsabile di maltrattamenti e lesioni nei confronti della madre convivente.

Alla base dei maltrattamenti, com’è stato accertato dalle indagini, vi sarebbero le continue richieste di denaro avanzate dal figlio violento nei confronti della madre, che era già stata, nei giorni scorsi, vittima di ripetute percosse.

Nel corso dell’ennesima discussione, avvenuta la mattina del 25 settembre scorso, la donna è stata colpita con calci e pugni tanto da dover ricorrere alle cure del 118 che ha provveduto al suo trasporto presso l’ospedale “Luigi Curto” di Polla, da dove è stata dimessa poi con prognosi di pochi giorni.

Il figlio, che dopo l’ennesima aggressione si era rifugiato da alcuni parenti, è stato rintracciato ed arrestato dai Carabinieri, intervenuti sul posto dopo la richiesta di aiuto avanzata dalla donna al 112.

Il ragazzo, dopo le formalità di rito, è stato trasportato presso la Casa Circondariale di Salerno.

– Paola Federico –

2 Commenti

  1. pinto maria says:

    non si vergogna di maltrattare sua madre, andasse a lavorare questo svergognato senza rispetto ,A30 annideve essere lui a sostenire sua madre,,,,Auguro una pronta guarigione a questa povera donna . un vero calvario,,,,,,,,,,,,,,,,,,

  2. Augurio di pronta guarigione a questa madre, che non merita un pezzo di mxxxx di figlio se si può chiamare tale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*