Affiggono uno striscione contro i centri per il rimpatrio dei migranti. Denunciate 3 ragazze a Potenza



































Nel giorno della Festa della Liberazione i Carabinieri della Compagnia di Potenza, alla guida del Capitano Gennaro Cascone, durante un normale servizio di controllo del territorio hanno denunciato tre ragazze di Potenza, la 23enne B.T., la 27enne F.T., e la 32enne S.S., per i reati di istigazione a delinquere in concorso.

La notte del 25 aprile a Potenza i militari dell’Aliquota Radiomobile, nei pressi della sede di Confindustria, hanno notato 5 giovani, parzialmente travisati, mentre affiggevano uno striscione su un attraversamento pedonale con la scritta in rosso e nero:”Fuoco ai C.P.R.” (con riferimento ai centri di permanenza per il rimpatrio).

Alla vista dei Carabinieri i giovani sono dati alla fuga, ma grazie alla prontezza dei militari che sono riusciti ad individuarli, inseguirli e bloccarli in una strada vicina a bordo di un’auto, sono state fermate le tre ragazze, mentre gli altri due ragazzi si sono dileguati facendo perdere le proprie tracce.







Dopo una serie di accertamenti, una delle giovani è stata trovata in possesso di 22 adesivi di forma circolare riportanti una bandiera di colore rossa e nera e la scritta “Potenza antifascista”.

Le operazioni si sono concluse con la denuncia delle tre per istigazione a delinquere in concorso ed il sequestro sia dello striscione che degli adesivi.

– Chiara Di Miele –



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*