Adesca sui social, con una falsa identità, una ragazzina di 12 anni dicendole di essersi innamorato di lei, fino a chiederle di avere rapporti sessuali orali. Così un 30enne, militare dell’Esercito Italiano in servizio presso la caserma di Persano, frazione di Serre, è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di pedofilia e di detenzione di materiale pedopornografico.

La ragazzina, si legge su “La Città di Salerno“, frequenta le scuole medie e a denunciare l’episodio, dopo aver notato uno strano comportamento nella figlia, è stata la madre.

A far allarmare la donna, però, è stato un messaggio ricevuto sul telefono della figlia in piena notte, inviato da un uomo di nome Luca, tramite una piattaforma di messaggistica web. Poi, nella memoria del cellulare l’amara scoperta: messaggi, audio, video e fotografie che ritraevano il militare e la ragazzina, nudi, simulare rapporti sessuali.

La donna, dopo aver allertato i Carabinieri ha iniziato a scambiare messaggi con il 30enne, fingendo di essere la figlia, finché il ragazzo non ha chiesto un appuntamento nel parcheggio di una stazione ferroviaria. Si è poi scoperto che in precedenza ci sarebbe stato un altro incontro tra la 12enne e il militare, dove l’uomo le avrebbe chiesto di praticare rapporti sessuali orali.

Dopo la denuncia, in 48 ore, i Carabinieri sono riusciti ad identificare il 30enne e ad arrestarlo.

– Paola Federico –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano