Meno spreco, maggiore sostenibilità al ciclo di produzione dei rifiuti e di utilizzazione dei materiali, riduzione del consumo di materie prime e realizzazione di oggetti utili: una manifestazione che rende più che mai preziosi i rifiuti. E’ stato questo l’obiettivo del progetto “Il rifiuto che si illumina“, la cui fase finale si è tenuta a Vietri di Potenza, grazie all’idea di Egrib (Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata) e dell’Amministrazione comunale, che hanno condiviso con il mondo scolastico e del volontariato l’iniziativa.

In mattinata una manifestazione itinerante ha dato la possibilità ai cittadini di ammirare i tanti lavori realizzati dalle associazioni e dagli alunni del Comprensivo con materiali da riciclo, a partire dal Municipio dove prima si sono tenuti alcuni canti dei gruppi parrocchiali e poi sono stati messi in mostra i tanti lavori realizzati. L’area antistante al Municipio è stata addobbata da alberi di natale realizzati con bottiglie di plastica, grucce e ferro in disuso, con reti per agricoltura.

Tanti gli oggetti creati con materiali recuperati dal mercato comunale e dai negozianti. Realizzato anche un albero con lattine e diversi lavori grazie ai volontari del laboratorio “Benessere Donna” e “Creativo manuale”. Ghirlande, fiocchi di neve e tanti altri oggetti hanno abbellito le piazze.

Protagonisti anche i più piccoli delle scuole, con recite e lettura di poesie: tutti vestiti con materiale da riciclo, insegnanti compresi. A loro, per il lavoro realizzato e per l’importante messaggio lanciato, sono andati i ringraziamenti del sindaco Christian Giordano e di Anna Lanza, funzionario dell’Egrib, referente del progetto.

– Claudio Buono –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*