A poche ore dalla notizia dell’assegnazione da parte del Ministero dell’Interno delle risorse ai Comuni che hanno presentato domanda per avviare un progetto di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati nell’ambito della rete SPRAR e del finanziamento di 1.178.950 euro, unico nel Vallo di Diano, ottenuto dal Comune di Padula, interviene sulla tematica relativa all’accoglienza il movimento “Noi con Salvini Vallo di Diano” attraverso il portavoce Giuseppe Vitolo.

E’ doveroso marcare il nostro dissenso – dichiara Vitolo – su come si stia gestendo l’accoglienza degli stranieri immigrati, in attesa di eventuale asilo politico, ciò che porta giustamente ad intendere che risultano ancora clandestini su di un territorio, quello valdianese, nel quale si sta giocando a chi riuscirà ad accoglierne il più possibile“.

L’attuale e disastroso sistema politico valdianese, – continua – capeggiato in maniera incontrastata da anni da uno scellerato PD allo sbando, sta portando soltanto malumore e scontento tra la popolazione. La delicata questione dello SPRAR ed i flussi ormai incontrollati di clandestini e di tutti questi interessi ormai soltanto di mera ragione economica, stanno portando lotte interne nel nostro bene amato territorio, ad accaparrarsi il più possibile migranti per rimpinzare le casse comunali e non per misericordia“.

Il portavoce di “Noi con Salvini Vallo di Diano” ritiene “doveroso informare il popolo, il nostro popolo, la gente perbene, padri di famiglia che pagano tasse e che non latitano in pseudo strutture a bivaccare, che per un Comune un migrante è una ‘risorsa’, ma soltanto di natura economica dato che i Comuni che aderiscono allo SPRAR ricevono incentivi economici in base a quanti migranti vengono accolti, ovviamente, tutto ciò porta alla creazione di altre strutture gestite da amici di amici“.

A Padula arriveranno altri immigrati, altri soldi, i nostri, usati solo per chi viene dall’altro capo dell’Europa – incalza – Svegliatevi gente! I soldi per questi falsi migranti sono sempre disponibili! Intanto non credo che gli italiani bisognosi abbiano ricevuto un euro per aiuti, sussidi, pseudo redditi di cittadinanza. Come mai? L’italiano non rende economicamente!“.

E attacca in conclusione il PD “che ha già tolto tutto a questo nostro beneamato territorio valdianese, gioca con i soldi pubblici ad accogliere sempre più migranti, dimenticandosi del fatto che siamo in Italia e che i nostri abitanti hanno la priorità su meri interessi economici“.

– Chiara Di Miele –

6 Commenti

  1. Fin quando ci saranno soldi a disposizione ci sarà accoglienza. Quando questi fondi verranno meno,anche i comuni e le cooperative pseudo onlus (dietro alle quali si nasconde la Caritas qui nel Vallo di Diano) si tireranno indietro e l’accoglienza andrà a farsi benedire! È un business indecente che niente ha a che vedere con l’aiuto umanitario. Basti pensare che la maggior parte di questi immigrati (dati alla mano) non hanno diritto all’asilo politico.

  2. Vagabondo says:

    Due applausi alla democrazia: una perché ammette la varietà, due perché permette la critica. Ma per le bugie, una scarica di pernacchie. E’ quella che io riservo a “Noi per …..”. Ed ecco le verità in matderia di immigrazione.
    Recentemente la Commissione europea ha stanziato 2,4 miliardi di euro per i prossimi sei anni. La fetta più rilevante, circa 560 milioni, è riservata all’Italia.
    Poi, nel periodo 2007-2013 l’Italia “ha ottenuto il 13,4% delle risorse totali per la gestione dell’asilo e dell’immigrazione: 478.754.919 euro”. Come dire mezzo miliardo di euro, dei quali il 50% circa (€. 250.178.432) destinato esclusivamente alla difesa delle frontiere marine e terrestri. Le altre somme sono state così ripartite: 36.087.197 euro al fondo per i rifugiati, 148.679.573 per il fondo integrazione e 43.809.714 al fondo che finanzia i rimpatri forzati dei migranti illegali. Una cifra molto simile (€.310.355.777 ) viene data al nostro Paese per il periodo 2013-2020. L’Italia è il secondo Paese con più alta remunerazione per quanto riguarda il fondo per l’asilo e l’integrazione degli stranieri (Amif). Soltanto per il pattugliamento è stato deciso di destinare allo Stato italiano 156.306.897, mentre il fondo di polizia riceverà 56.631.761 euro. Queste sono le verità!
    “Voi con Salv…..” recitate il peggiore populismo che di certo è negativo per la gente, ancor più per la politica.

  3. Bravi noi con salvini è giusto prima gli italiani non è una vergogna difendere l diritti di noi italiani.

  4. Giustizia e liberta' says:

    Quando non saranno più disponibili altre risorse, voglio vedere con quali soldi pagheranno chi li ospita. Io non voterò chi li accoglie.

  5. Peppe andrade says:

    Parli con gli amministratori è dicono ché dobbiamo essere tutti accoglienti è solidali, si dovrebbero vergognare stanno svendendo la nostra identità.

Rispondi a Vagabondo Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*