Sono oltre venti le persone denunciate dai carabinieri delle Compagnie Carabinieri di Sapri e Vallo della Lucania a seguito di un blitz anti-abuso edilizio.

L’operazione, come riporta “La Città di Salerno” ha interessato i comuni di San Giovanni a Piro, Centola, Torre Orsaia, Pisciotta, Ascea e Casalvelino.

I militari dell’Arma diretti dai Capitani Michele Zitiello e Mennato Malgieri hanno denunciato 20 persone e posto sotto sequestro diversi immobili per un valore complessivo di oltre 2 milioni e mezzo di euro.

Muri, staccionate, scalinate ma anche case rurali e abitazioni estive: tutto costruito senza alcuna autorizzazione in zone di macchia mediterranea.

A Palinuro, nello specifico, i carabinieri hanno sequestrato in località Mingardina due abitazioni realizzate da un imprenditore originario di Napoli. A Casal Velino e a Pisciotta invece sono finite sotto sequestro due costruzioni che una volta ultimate sarebbero state utilizzate come case- vacanze.

I militari hanno inoltre denunciato altre quattro persone per aver realizzato costruzioni in difformità a quanto autorizzato. Altri abusi sono stati scoperti a Vibonati e a Torre Orsaia, dove otto persone sono finite nei guai per aver realizzato manufatti ad uso abitativo per un valore complessivo di circa 50mila euro.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*