Il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli ha sospeso don Michele Mottola, giornalista pubblicista e parroco di Trentola Ducenta arrestato per aver molestato una minorenne che frequentava la sua chiesa.

 “Ho sospeso ad horas dall’Albo don Michele Mottola – dice Lucarelli – arrestato dalla Polizia su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord per abusi su una minorenne di 12 anni che frequentava la chiesa. Era stata la Diocesi di Aversa a inviare la segnalazione al procuratore Francesco Greco. Ho inviato contestualmente un esposto al Consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti della Campania”.

L’iniziativa è già stata notificata allo stesso don Mottola e, contestualmente, alla Procura di Napoli Nord e arriva a soli due giorni dalla conduzione in carcere del prete.

A inchiodare il parroco è stato un servizio de “Le Iene” nel quale la famiglia della bimba abusata aveva avuto il coraggio di raccontare i dettagli della vicenda aggiungendo come fosse stata proprio la minorenne con grande lucidità e sangue freddo a registrare con il cellulare le parole inequivocabili del prete.

Sulla vicenda, il Vescovo di Aversa S.E. Monsignor Angelo Spinillo, originario del Vallo di Diano, a maggio scorso, ancora prima di avere notizie certe sul caso aveva provveduto a sollevare il  parroco dal suo ministero.

“Si tratta di una vicenda di una brutalità assoluta – spiega Lucarelli – Ringrazio i colleghi che, per primi, hanno segnalato che il parroco era iscritto all’Ordine come giornalista pubblicista. Sono anche soddisfatto per la velocità con cui siamo riusciti a intervenire”.

Don Michele, nelle scorse ore, avrebbe ammesso gli abusi sulla minorenne e chiesto scusa alla famiglia.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

8/11/2019 -Arrestato per abuso su minore don Michele Mottola, sospeso a maggio dal Vescovo Angelo Spinillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*