Il Raggruppamento Carabinieri Parchi, Comando di Stazione di San Giovanni a Piro, ha accertato la realizzazione di abusi edilizi nel territorio di Camerota, in località Starza.

Gli abusi in questione sono: due muri di contenimento in pietra, uno lungo circa 49 metri, l’altro circa 35; lo smacchiamento della preesistente vegetazione, con relativo movimento della terra e spietramento; traccia in cemento, posta lateralmente alla via d’accesso, lunga circa 18 metri, presumibilmente realizzata come base per la successiva esecuzione di un ulteriore muro di contenimento.

Le opere sono state realizzate in un’area inserita nella perimetrazione definitiva del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni in assenza del necessario Nulla Osta dell’Ente.

Per questo il Parco Nazionale ha ordinato la demolizione delle opere abusive in questione e il ripristino dello stato dei luoghi entro 90 giorni dalla notifica.

– Paola Federico –

Un commento

  1. Pasquale says:

    Un accesso al fondo
    Tra non molto non di potra respirare
    I nostri nonni che facevano terrazzamenti con muri a secco che sono dei veri capolavori
    Oggi verrebbero arrestati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*