Abusi edilizi all’interno del Parco Nazionale. Ordinato l’abbattimento di opere a Marina di Camerota



































Ancora abusi edilizi scoperti all’interno del territorio ricadente nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Il Raggruppamento Carabinieri Parchi – Stazione di San Giovanni a Piro ha accertato la realizzazione di abusi edilizi a Marina di Camerota, in località Stretta.

Nello specifico si tratta di una pista di penetrazione lunga 136 metri dell’intera area oggetto di accertamento mediante lo sbancamento e lo spietramento del terreno presente, con la realizzazione alle estremità della pista di due scavi lunghi oltre un metro, di un manufatto con antistante massetto e di una cisterna interrata dal diametro di circa un metro e 40.







Le opere sono state realizzate in un’area inserita nella perimetrazione definitiva del Parco Nazionale in assenza del necessario nulla osta concesso dall’Ente stesso.

Il Direttore del Parco, Romano Gregorio, ha dunque disposto tramite ordinanza l’abbattimento delle opere abusive scoperte dai Carabinieri e il ripristino dello stato dei luoghi.

– Chiara Di Miele – 

































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*