È iniziata con un corteo per le vie di Scario da parte degli alunni dell’Istituto “Teodoro Gaza” di San Giovanni a Piro la giornata dell’Unità Nazionale e dei caduti. Un corteo che poi è terminato nella chiesa Immacolata dove il parroco don Tonino Cetrangolo, dopo aver ricordato gli orrori della guerra e pregato per tutte le vittime, ha benedetto la corona di alloro in ricordo di coloro che hanno lottato per la libertà del popolo italiano.

Un pensiero condiviso dal Dirigente scolastico Maria Teresa Tancredi che ha ribadito come “i principi della pace e dell’unione debbano fare da monito a tutte le azioni che quotidianamente vengono compiute“.

E a ricordare le mostruosità della guerra è stato proprio il Tenente Colonnello dell’Esercito Italiano Giuseppe Scarano.”Il fine ultimo delle Forze Armate è difendere tutti i valori universalmente condivisi e ripudiare la guerra come mezzo di risoluzione di tutte le controversie” ha affermato.

Per i saluti finali è intervenuto il Sindaco Ferdinando Palazzo che, dopo aver ringraziato il Presidente della Pro Loco Domenico Baldassarri e il Presidente dell’Associazione Nazionale Bersaglieri Gerardo Scarano per la manifestazione, si è rivolto a tutti i giovani presenti che rappresentano il futuro del paese. “È doveroso ringraziare le forze armate che ogni giorno garantiscono la pace – ha affermato Palazzo – Soprattutto è necessario che i ragazzi conoscano la storia per non dimenticare mai cosa è successo“.

La cerimonia si è conclusa con la deposizione della corona nelle acque del porto di Scario da parte degli uomini della Capitaneria di Palinuro agli ordini del Tenente Francesca Federica Del Re. Presenti, tra gli altri, il Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Sapri Matteo Calcagnile e l’Assistente Capo della Polizia Stradale di Sapri Domenico Cipolla.

– Maria Emilia Cobucci –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*