È stata inaugurata questa mattina la “Spiaggia senza barriere” di Capaccio Paestum. È all’inizio del nuovo lungomare, in località Laura, che l’Amministrazione comunale ha scelto di realizzare la spiaggia rientrante nel progetto “Mare senza barriere” nell’ambito delle attività del Piano di Zona Ambito S07: un arenile attrezzato in maniera tale da favorire l’accesso alle persone diversamente abili.

La “Spiaggia senza barriere” è stata realizzata tra il lido Nettuno e il lido Cerere. Sull’arenile sono state allestite pedane percorribili in carrozzella e, lungo il percorso, sono state realizzate 20 piazzole dove poter installare ombrelloni e lettini. La spiaggia è dotata di due sedie da mare job che permettono all’utente di arrivare fino a riva per bagnarsi, nonché di una sedia galleggiante per poter fare un bagno in mare aperto. Sull’arenile è anche stato installato un apposito bagno chimico. Sulla “Spiaggia senza barriere” oltre alla presenza del bagnino sarà garantita anche la presenza di volontari della Croce Rossa, dell’Unitalsi e di Cireneus per l’assistenza degli utenti. In programma, in collaborazione con l’associazione Cilento4All, ci sono anche corsi per bambini autistici.

Rendere una città vivibile significa anche mettere in campo politiche inclusive e in grado di permettere a più persone possibili l’accesso ai servizi – dichiara il sindaco Franco AlfieriEra doveroso allestire un arenile senza barriere per dare la possibilità a persone diversamente abili di recarsi in spiaggia e fare un bagno senza dover lottare contro ostacoli di ogni genere. Decisivo sarà anche il contributo dei volontari, ai quali va perciò il nostro sentito ringraziamento“.

“Dando seguito ai programmi di inclusione dell’Amministrazione, ci siamo attivati per accedere ai fondi che la Regione Campania ha messo a disposizione per favorire l’accesso alle spiagge delle persone diversamente abili e ad allestire una ‘Spiaggia senza barriere’ nella nostra città – afferma l’assessore al Welfare e alla Politiche sociali, Mariarosaria PicarielloSono soddisfatta del lavoro svolto anche perché la parte attrezzata dialoga con il resto della spiaggia e quindi offre un’occasione di socializzazione. Ringrazio tutti i volontari che hanno dato la loro disponibilità ad assistere chi utilizzerà la “Spiaggia senza barriere”“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.