E’ stata disposta ieri la convalida di fermo per il 15enne che ha ferito con un coltellino il coetaneo a Roccadaspide. Il Giudice dell’Udienza Preliminare, Piero Avallone, ha convalidato la collocazione presso la famiglia d’origine, con la possibilità di frequentare la scuola.

Alla notizia, i genitori della vittima hanno accolto positivamente il provvedimento. Difatti, la famiglia del ragazzo ferito ha scritto una lunga lettera dedicata ai genitori del giovane indagato:

Siamo i genitori del 15enne che, purtroppo, è rimasto vittima del brutto episodio verificatosi nella giornata di martedì 12, nei pressi del bar Island Caffè di Roccadaspide. Siamo, ovviamente, molto rattristati per quanto è accaduto, fortunatamente senza gravi conseguenze per nostro figlio, pur avendo egli subito una lesione personale che lo ha costretto in ospedale per le cure necessarie. Fortunatamente, come detto, ora sta meglio e non dovrebbe correre rischi seri per la sua salute.

Al tempo stesso, però intendiamo esprimervi i sentimenti di profonda vicinanza e profonda solidarietà per quanto accaduto e che ha visto coinvolto il vostro figliolo, per il quale proviamo uguale sentimento di comprensione e di preoccupazione per quanto, immaginiamo stia vivendo come dramma innanzitutto sul piano umano.

Sappiamo bene, conoscendoci tutti, che vostro figlio è un bravo ragazzo, fatto questo che è notorio nel paese, come sappiamo bene della vostra onestà e del fatto che siete persone umili e perbene, lavoratori e famiglia che nulla ha a che vedere con vicende come quella che purtroppo è capitata. Siamo convinti che non volesse in alcun modo compiere il gesto che purtroppo ha commesso, comprendendo che probabilmente è stato la conseguenza di un suo momento di smarrimento e di forte debolezza, che certamente non rifarebbe, e che siamo certi mai avrebbe voluto compiere.

Vi manifestiamo, quindi, tutta la nostra vicinanza e solidarietà, a voi come a vostro figlio, sperando che questa brutta storia possa molto presto restare solo un brutto ricordo, fiduciosi del fatto che da subito i nostri figli, e noi come loro, si possa ritornare alla nostra vite quotidiane, a vivere cioè la nostra vita nel rispetto delle persone e della nostra comunità, come sempre abbiamo fatto, noi e voi, in un contesto civile e sociale che fortunatamente è stato sempre positivo e che tale dovrà continuare a restare, indipendentemente da questo episodio che ha seguito noi come voi, ma che dobbiamo subito mettere alle nostre spalle, guardando al futuro con rinnovata fiducia e speranza, oltre che con immutato rispetto verso il prossimo. È questa una cosa che anche i nostri figli, attraverso i nostri insegnamenti, potranno e dovranno continuare a praticare come comportamento quotidiano, all’insegna dei valori che albergano nei nostri animi e che sempre resteranno tali, vivi e presenti, oggi più che mai. Con grande affetto”.

  • Articolo correlato:

14/10/2021 – Ragazzo accoltellato a Roccadaspide. Fermato l’autore dell’aggressione

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano