Viadotto Carpineto I a Vietri di Potenza. Anas:”E’ monitorato di continuo, non c’è allarme” La società ha risposto alla richiesta del sindaco Christian Giordano



























Il viadotto “Carpineto I”, fatto realizzare dall’ingegnere Riccardo Morandi sul raccordo autostradale “Sicignano-Potenza” a Vietri di Potenza al momento non presenta alcun motivo di allarmismo o di problemi statici. E’ questo il succo della risposta che l’Anas ha inviato al sindaco di Vietri di Potenza, Christian Giordano, che all’indomani della tragedia di Genova, scrisse con urgenza per chiedere una verifica sul viadotto situato nella contrada Carpineto e sui viadotti situati sul territorio vietrese.

Giordano aveva inviato la missiva lo scorso 17 agosto, chiedendo di conoscere lo “stato di salute” del viadotto e offrendo una collaborazione. Nella risposta a firma del direttore Affari Istituzionali dell’Anas, Emanuela Poli, si legge che comunque il viadotto sarà oggetto, a breve, di lavori di ripristino del calcestruzzo. Ma si tratta di un intervento già programmato.

Si legge inoltre che “il viadotto Carpineto I è oggetto di continuo monitoraggio da parte di Anas, sia tramite le procedure di ispezione standardizzate, sia per via strumentale”. Poli ha inoltre fatto sapere che nel 2015 è stata effettuata, su una campata, una prova di carico statica con i massimi carichi di progetto, che ha dato esito positivo.







Sulla base di tutto ciò, il viadotto è aperto senza alcuna limitazione. Poli ha anche ricordato che sul tratto vietrese, negli ultimi cinque anni, sono stati effettuati lavori di manutenzione per 35 milioni di euro, e che altri lavori per circa 10 milioni di euro dovrebbero iniziare, tra cui i lavori di ripristino corticale del calcestruzzo, ammalorato sul viadotto “Carpineto I”.

Al momento, quindi, non pare esserci alcun allarme.

– Claudio Buono –


  • Articolo correlato:

18/8/2018 – Viadotto “Carpineto I” a Vietri di Potenza porta la firma di Riccardo Morandi. Il sindaco scrive all’Anas



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*