Il Valdiano risponde alle critiche e vince (2-1) con l’Eclanese salendo al terzo posto in classifica





























Dopo una settimana vissuta sul filo della tensione, retaggio della brusca sconfitta rimediata sul campo della Virtus Avellino, tutti erano curiosi di capire quale sarebbe stata la reazione dei ragazzi del tecnico Vincenzo Criscuolo. E alla fine almeno a giudicare dal risultato per il Valdiano è arrivata la risposta che tutti si attendevano ovvero una buona prova coronata da un meritato successo al cospetto dell’Eclanese (2-1).

La compagine avellinese, dopo aver subito per tutta la prima frazione chiusa con il doppio svantaggio frutto delle reti di Sorriso e Siciliano, ha finito per riaprire i giochi ad inizio ripresa quando ha accorciato con Orefice una marcatura che ancora una volta ha evidenziato le leggerezze del reparto arretrato del Valdiano che, però, avrebbe potuto anche chiudere in modo più largo il confronto, infatti si contano almeno quattro limpide palle rete mandate alle ortiche ma non essendoci riuscito ha tenuto fino al termine in gara gli irpini.








Soddisfatti i dirigenti azulgrana con in testa il presidente Cono Dino Di Candia. “I ragazzi – ha dichiarato – hanno dimostrato di sapere rispondere alle giuste critiche arrivate dai tifosi dopo la brutta prova di Avellino, con una prova di carattere ora ci attendiamo che si continui a giocare con la stessa intensità e concentrazione mostrata con l’Eclanese, e bisognerebbe evitare quei cali di tensione che finora ci sono costati caro”.

La nota stonata di questo successo per il sodalizio caro al patron Carmine Cardinale arriva dal fatto che nel prossimo impegno sul campo del Faiano ci saranno tre defezioni per squalifica: a Gallo, che dovrà scontare altre due giornate, si aggiungono quelle del portiere Robertiello e dell’esterno di attacco Aracri, i quali hanno rimediato la quinta ammonizione che fa scattare il turno di stop. Tra i pali andrà certamente Novelli, mentre per la maglia di Aracri bisognerà attendere le sedute di allenamento che, da un paio di settimane, si stanno svolgendo all’Osvaldo Rossi di Sala Consilina.

– Gerardo Lobosco – 





























6 Commenti

  1. ognuno sa la sua i nostri giovani un pò per la scuola (questo non succede per i ragazzi che vengono da fuori) che non lasciano i permessi per fare allenamento, poi i sacrifici non ne vogliono fare, gli allenamenti sono quasi sei giorni, non sono portati per questo andamento giornaliero,Casella una volta non sta bene, una volta la scuola non lo lascia venire, dice che tiene dolori a un piede, (fatto le indagini
    non ha niente, non facendo allenamento comporta il fuori squadra, isoldi fino a poco tempo fa aveva qualche problema sta recuperando, poi q quando vedo sei uno che di pallone sai qualcosa, allora le partite si giocano ogni domenica sempre diverse vedendo i moduli che adottano le squadre avversarie,
    peccheneda non ha voluto fare cavetta, e andato via dover fa meno allenamento (ha fatto la stessa cosa l’anno scorso andando a polla, quest’anno lo avevano aggregato pensando che era cambiato con la testa, chianese e d’amato idem, nel vallo gli ragazzi ci sono ma non sono pronti per fare un salto……….e fare sacrifici…….io credo che l’appassionato di calcio segue la squadra ovunque, il nostro campo già sappiamo che è omologato per la categoria, purtroppo vai a vedere e un campo pieno di brecciolino non è terreno battuto, cadendo arreca danni fisici.

  2. el trinche says:

    crispino il campo di teggiano è omologato per l’eccellenza poi ci sono campi in eccellenza che quello di teggiano è San Siro il problema è questa dirigenza che ha allontanato i tifosi con questa politica di cacciare via tutti i ragazzi del posto e quei pochi che sono rimasti sono dei comprimari Casella non gioca più Isoldi panchina e cambio di ruolo Ametrano gioca poco etc etc il mister e il procuratore Piemonte si portano i loro e quindi cercano di valorizzarlo a discapito dei ragazzi del posto conseguenza zero tifosi e squadra destinata a finire

  3. Caro el Trinche il campo di teggiano è un campo non adatto al campionato di eccellenza, credo che gli amministratori ne prendono atto………..i tifosi credo non è un problema………..io da sportivo penso che le partite alle 14.30 e arrivare da teggiano o altro paese vicinorio, è come seguire la squadra che gioca in trasferta, il patron ha seguito la squadra parecchie volte vedi foto sul sito…..poi devi pensare che per nfinanziare una squadra a questi livelli il patron per lavoro sta fuori anche la domenica………..comunque sei un nostro tifoso che ci segui………

  4. El trinche says:

    Caro crispino il campo di Teggiano per esempio ma cmq è una squadra che non segue nessuno nemmeno il patron

  5. i tifosi erano una ventina…….se sei tanto intelligente pero’ anche sportivo, trova tu un campo di gioco
    nel vallo dove poter giocare la domenica……..prova tu ad azzeccare qualcosa nel vallo……………
    di pietro 2……….

  6. el trinche says:

    caro gerardo ma di quali tifosi parli quella trentina si e no che seguono questa squadra che con il territorio come diceva Di Pietro non ci azzecca proprio

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*