Usura bancaria. Vertici del Monte dei Paschi a giudizio dopo la denuncia di un imprenditore cilentano Il gip del Tribunale di Salerno ha stabilito il rinvio a giudizio per Giuseppe Mussari e Alessandro Profumo































Mussari – Profumo

Giuseppe Mussari e Alessandro Profumo, vertici dell’istituto di credito Monte dei Paschi di Siena, sono stati rinviati a giudizio per presunta usura bancaria dopo la denuncia di Pietro Luigi Merola, un imprenditore di Vallo della Lucania che in passato aveva firmato con l’importante banca una fideiussione a garanzia di un’impresa di famiglia.

L’imprenditore cilentano avrebbe sollevato la questione ritenendo che il Monte dei Paschi di Siena avrebbe applicato dei tassi bancari eccessivi proprio in relazione alla fideiussione da lui aperta.





Il gip del Tribunale di Salerno ha dunque rinviato a giudizio i vertici dell’istituto, mentre ha assolto i funzionari locali della banca. La prima udienza è prevista per il 14 maggio.

Nella sua accusa Merola sostiene che, tra il 2010 e il 2012, i tassi applicati avrebbero superato di circa l’1% la soglia minima stabilita dalla normativa in materia.

– Chiara Di Miele –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*