Un quintale di alimenti non tracciati in uno stabilimento balneare cilentano.Scatta il sequestro del NAS Chiuso il laboratorio di un panificio per carenze igienico-sanitarie e strutturali





































Il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Salerno, agli ordini del Maggiore Vincenzo Ferrara, in considerazione del periodo di maggiore affluenza turistica che anche quest’anno ha caratterizzato il territorio campano, ha recentemente intensificato i controlli all’interno di vari esercizi soggetti alle verifiche che riguardano i numerosi settori di competenza del NAS.

I controlli, che hanno riguardato diverse zone del Salernitano, tra cui l’agro nocerino, la Costiera Amalfitana, ma anche l’Avellinese, sono stati intensificati anche nel Cilento, territorio particolarmente frequentato durante la stagione estiva.

Qui, con la collaborazione dell’ASL di Salerno, sono stati controllati dai militari un panificio ed uno stabilimento balneare. In seguito alle attività del NAS sono stati sequestrati 100 kg di prodotti alimentari non tracciati pronti per essere somministrati agli avventori dello stabilimento.





Inoltre è stato chiuso il laboratorio di produzione annesso al panificio, perchè non idoneo dal punto di vista igienico – sanitario e strutturale.

Contestate sanzioni amministrative ai titolari delle due attività.

– Chiara Di Miele – 





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*