Tubercolosi contratta da un’insegnante.Nessun contagio sui 50 alunni controllati della scuola di Balvano























Sospiro di sollievo per gli alunni dell’istituto comprensivo di Balvano, a seguito dell’emergenza sanitaria scaturita a causa della tubercolosi contratta da una insegnante potentina in servizio presso la scuola secondaria. Sui 50 alunni, infatti, non risulta al momento alcun contagio.

Dopo giorni di preoccupazioni ritorna quindi la serenità. La buona notizia è uscita fuori a seguito dei controlli effettuati presso il poliambulatorio “Madre Teresa di Calcutta” dell’Asp a Potenza, dove si sono recati, accompagnati dai genitori, gli alunni che sono stati più a contatto con l’insegnante nell’ultimo periodo. Eventuali malanni che verranno accusati saranno poi valutati dai medici. Ma questa ipotesi sembra escludersi.

Resta invece ricoverata l’insegnante, pare in condizioni non gravi, all’ospedale “San Carlo”.







I medici dell’Asp hanno sottoposto gli alunni al controllo per la sorveglianza del “bacillo di Koch”, responsabile della tubercolosi. In pratica hanno effettuato il cosiddetto “Test di Mantoux”, noto anche come test di screening Mantoux, che si effettua tramite un’iniezione intradermica all’altezza dell’avambraccio di derivati proteici purificati della tubercolina, per valutare la reazione dell’organismo a distanza di alcuni giorni. Test che al momento esclude ogni tipo di contagio.

– Claudio Buono –


  • Articolo correlato

14/05/2018 – Insegnante contrae la tubercolosi. Scatta il piano di emergenza sanitario nella scuola di Balvano



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*