Tribunale Lagonegro.L’Associazione Giornalisti Vallo di Diano presente al commiato del Procuratore Russo





































 

Ultimo giorno di lavoro, oggi, per il procuratore della Repubblica di Lagonegro Vittorio Russo che lascia l’incarico per raggiunti limiti di età. A distanza di otto anni dal suo insediamento presso la sede della Procura della Repubblica di Lagonegro, infatti, il procuratore Russo lascia la toga per godersi la meritata pensione.

Presente, al saluto di commiato, anche l’Associazione “Amici Giornalisti Vallo di Diano”, rappresentata, per l’occasione, dal Presidente Rocco Colombo, dal suo segretario Pierino Cusati e da Aldo Bianchini, ricevuti dal procuratore Russo dopo l’incontro avuto con il Comandante della Legione Carabinieri della Basilicata, Generale di Brigata Rosario Castello.




Vado via con la consapevolezza di aver svolto con impegno il mio mandato – ha detto il procuratore Russo – In questi otto anni ho imparato a conoscere questo territorio che prima non conoscevo e la scoperta è stata positiva sotto tutti i punti di vista. Qui ho trovato tantissimi amici e soltanto pochi nemici. Ho avuto la possibilità di visitare tutti i comuni di competenza della Procura della Repubblica di Lagonegro, ammirandone le loro bellezze ed avendo, con tutte le amministrazioni, un rapporto sempre straordinario”.

E’ stato, insomma – ha concluso il procuratore Russo – un ‘viaggio’ molto positivo in un territorio che merita tutta l’attenzione da parte delle istituzioni”.

In attesa della nomina del suo sostituto, la Procura della Repubblica di Lagonegro sarà diretta dal sostituto procuratore Francesco Greco. Nella stessa mattinata di oggi, i rappresentanti dell’Associazione “Amici Giornalisti Vallo di Diano” sono stati ricevuti anche dal nuovo Presidente del Tribunale Luigi Pentangelo che si è recato a Lagonegro per un primo impatto con la struttura giudiziaria. Il suo insediamento ufficiale è previsto nel prossimo mese di settembre.

– redazione – 





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*