Tragedia sul lavoro. Scoppia un tubo ad alta pressione, operaio di Lauria perde la vita in Calabria





































Stava lavorando sulla linea ferroviaria ed è morto dopo essere stato colpito con violenza al torace e al viso dal tubo di un macchinario esploso. Ha perso la vita così Carmine Giacoia, operaio 51enne di Lauria, mentre era al lavoro in Calabria, a Joppolo, in provincia di Vibo Valentia.

Giacoia era arrivato lunedì mattina ed era impegnato su una macchina per le perforazioni del suolo, che avrebbe dovuto accogliere alcuni pali lungo la linea ferroviaria calabrese. Sul posto i colleghi hanno prontamente allertato i sanitari del 118, che hanno potuto constatare solo la morte dell’operaio. Troppo violento il colpo subito al torace dal tubo ad alta pressione che si è staccato dal macchinario. Anche il volto è stato sfigurato dal violento impatto e sono stati danneggiati i polmoni.

Sul posto, insieme ai Carabinieri della locale Stazione, sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Ferroviaria, che stanno indagando per risalire alle cause di quanto accaduto ed accertare eventuali responsabilità.




Anche Rete Ferroviaria Italiana, nell’esprimere cordoglio per quanto accaduto, ha avviato gli accertamenti per determinare la causa dell’incidente sul lavoro, avvenuto nelle vicinanze della stazione ferroviaria.

Carmine Giacoia era un operaio di una ditta esterna appaltatrice.

– Claudio Buono –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*