Una tonnellata di pesce avariato e non tracciato messo in vendita. Chiuso allevamento ittico ad Eboli



















In prossimità delle festività pasquali i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità hanno effettuato una serie di controlli in alcune attività della provincia di Salerno ed, in particolare, in un’azienda che si occupa della lavorazione di prodotti ittici ad Eboli.

I militari dell’Arma, in collaborazione con i tecnici dell’Asl, hanno dunque controllato il centro di allevamento di pesce adibito alla vendita di prodotti ittici ai vari rivenditori della zona. L’azione dei carabinieri del Nas ha portato al sequestro di una tonnellata di pesce in parte non tracciato e in parte tenuto in pessime condizioni igienico sanitarie.






Il pesce, in alcuni casi, veniva bagnato con un continuo getto d’acqua affinchè la carne ingiallita per il cattivo stato di conservazione di mantenesse più bianca e per rimuovere il cattivo odore dovuto allo stato di putrefazione del prodotto.

I Nas hanno inoltre provveduto a chiudere la superficie di 450 metri quadrati su cui veniva effettuata l’attività commerciale a causa delle precarie condizioni igienico-sanitarie e strutturali in cui versava.

– Chiara Di Miele –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*