Testamento biologico. Il Comune di Tito tra i primi della provincia di Potenza ad aderire L’assessore Fabio Laurino: "Mettiamo al centro la libertà e la capacità di autodeterminarsi della persona"





























Il Comune di Tito, dopo Marsico Nuovo e Lagonegro, è tra i primi della provincia di Potenza ad aver aderito alla convenzione stipulata tra la Provincia di Potenza e il Consiglio Notarile Distretti riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina per l’istituzione del registro territoriale delle dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT).

Il via libera all’adesione è stato dato dal Consiglio comunale nell’ultima seduta di ieri che, oltre al testamento biologico, ha discusso anche di altri otto punti.

Da oggi, quindi, anche per i cittadini di Tito ci sarà la possibilità di esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari. Infatti, rivolgendosi all’Ufficio Anagrafe, sarà possibile prendere un appuntamento con un notaio (incontro che avverrà sul territorio comunale o presso la Provincia di Potenza), che provvederà, in forma totalmente gratuita, alla registrazione e tenuta della dichiarazione, sottoscritta dall’interessato.





Questo il commento di Fabio Laurino, assessore all’Istruzione, cultura e sport: “Sono temi, questi, su cui pensiamo sia necessario mettere al centro dell’interesse la libertà e la capacità di autodeterminarsi della persona e che incontrano la sensibilità dell’Amministrazione comunale. Infatti, abbiamo da subito voluto adeguare alla norma nazionale i nostri uffici amministrativi, così come è stato fatto per la legge sulle unioni civili”.

La capacità di autodeterminarsi della persona – ha concluso Laurino – passa anche da queste piccole cose che rappresentano, però, dei grandi passi verso un Paese più civile”. Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato il Distretto Urbano del Commercio 2018-2020, il piano finanziario della Tari e dell’Imposta Unica Comunale, il bilancio di previsione 2018-2020 e il progetto definitivo dell’opera inerente il miglioramento del tracciato della pista ciclabile.

– Claudio Buono –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*