Tentato furto all’Ufficio Tributi di Capaccio Paestum. Il Sindaco Palumbo: “Le tasse vanno pagate”





































Tentato furto di documenti nell’Ufficio Tributi di Capaccio Paestum.

Ignoti si sono introdotti all’interno dell’edificio che ospita l’ufficio comunale, a Capaccio Scalo. Secondo indiscrezioni sembra non manchi nulla nei faldoni ritrovati sul pavimento, consultati frettolosamente dai ladri. Nell’ufficio, oltre a documenti relativi ai tributi, sono custoditi anche fascicoli sulle strutture ricettive abusive.

“È stato un tentativo di furto a dir poco anomalo – ha commentato il sindaco Franco Palumbo – proprio oggi che stiamo mettendo mano alla parte più spinosa, i tributi non pagati da grandi, medi e piccoli contribuenti. Se dovesse essere stato sottratto qualche documento, sarà ristampato perché, ovviamente, eseguiamo periodicamente il backup di tutti i dati. Ribadisco che coloro che non hanno pagato fino ad oggi i tributi li dovranno pagare”.







Nei giorni l’Amministrazione comunale ha ammonito i contribuenti che non hanno provveduto a pagare la Tari o lo hanno fatto solo in maniera parziale: sono circa 3mila gli evasori che nel giro di qualche giorno, qualora non provvedano ad usufruire del ravvedimento operoso che prevede il versamento di sanzioni ridotte, si vedranno gravi sanzioni.

Sull’episodio indagano i Carabinieri della Stazione di Capaccio Paestum.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

29/09/2018 –  TARI non pagata, a Capaccio Paestum lettere in arrivo ai contribuenti “distratti”































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*