Teggiano: oltre 70 le idee di impresa seguite dall’Ufficio Europa per le agevolazioni di “Resto al Sud”



























Sono oltre 70 le idee d’impresa seguite dall’Ufficio Europa Teggiano per l’accesso alle agevolazioni previste dal programma “Resto al Sud” che si uniscono alla verifica di fattibilità di altre opportunità nazionali e comunitarie per l’avvio di nuove attività la cui fattibilità è riscontrata anche attraverso una puntuale azione di fundraising.

Servizi turistici, produzioni artigianali e agroalimentari, organizzazione eventi e manifestazioni culturali, I.C.T., servizi informatici e digitali, tecniche agricole innovative, servizi per l’internazionalizzazione delle imprese e attività tese alla valorizzazione delle produzioni tipiche e rurali, sono questi i settori trainanti per giovani interessati ad investire le loro competenze e il loro futuro nelle aree interne della provincia a sud di Salerno.

Tali iniziative sono promosse per il 45% da donne, in forma prevalentemente singola, oltre che da ragazzi più propensi a forme societarie o cooperative con investimenti medi per ogni nuova iniziativa di circa 40mila euro.







L’Ufficio Europa Teggiano, oltre ad essere struttura accreditata da Invitalia SpA per il programma “Resto al Sud”, è impegnato ad attrarre idee e investimenti esterni all’area del Vallo di Diano coinvolgendo imprenditori e professionisti interessati ai programmi di sviluppo per le aree interne nell’ambito delle azioni previste dai programmi rurali, agricoli, ambientali gestiti dal Gal Diano e quelli inerenti alla filiera sociale pianificati dal Piano Sociale di Zona S 10. Segnali incoraggianti, quindi, per lo sviluppo delle aree interne anche per il contenimento del loro abbandono da parte di giovani, professionisti e imprese.

Grande soddisfazione, dunque, per il crescente appeal dell’Ufficio Europa Teggiano fortemente voluto dal sindaco Michele Di Candia, dal Consigliere Cono Morello e seguita con impegno dall’intero Consiglio Comunale.

– Paola Federico –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*