Teggiano: il Liceo Scientifico “Leto” partecipa a un progetto dell’Università della Basilicata































Gli studenti del Liceo Scientifico “Pomponio Leto” di Teggiano partecipano al “Progetto Lauree Scientifiche” promosso dall’Università della Basilicata  con l’obiettivo di rispondere alle richieste del mercato del lavoro e delle aziende e favorire l’acquisizione delle competenze scientifiche degli studenti.

Sono questi, infatti,  gli obiettivi del “Piano nazionale lauree scientifiche” per l’area Matematica, che il Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia dell’Università degli Studi della Basilicata intende perseguire, attraverso laboratori e incontri destinati alle scuole superiori. Le attività laboratoriali inserite nel progetto, infatti, sono  finalizzate principalmente ad un orientamento consapevole degli studenti ed alla formazione degli insegnanti nell’ambito delle varie discipline della matematica, che interessa le aree di Chimica, Matematica, Fisica e Scienze dei materiali, nato per favorire le vocazioni scientifiche in particolare nelle aree indicate.

Attraverso questi laboratori, il “Progetto Lauree Scientifiche” si propone di offrire agli studenti degli ultimi anni delle Scuole Superiori opportunità di conoscere temi, problemi e procedimenti caratteristici dei saperi scientifici, anche in relazione ai settori del lavoro e delle professioni, al fine di individuare interessi e disposizioni specifiche e fare scelte consapevoli in relazione a un proprio progetto personale e, allo stesso tempo, mettere in grado gli studenti di auto valutarsi, verificare e consolidare le proprie conoscenze in relazione alla preparazione richiesta per i diversi corsi di laurea scientifici.






Il laboratorio al quale hanno preso parte gli studenti del Liceo Scientifico di Teggiano “Metodi di risoluzione per sistemi di equazioni lineari” è stato seguito  dalla professoressa  Isabella Carlomagno del Dipartimento di matematica dell’Università della Basilicata, con il supporto della professoressa  Angela Bevilacqua.

– redazione –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*