Taglio del nastro del Museo Archeologico di Sala Consilina. Partner del progetto la Banca Monte Pruno Appuntamento il 24 settembre presso il Polo Culturale

































Lunedì 24 settembre, verrà consegnato al territorio e restituito alla cittadinanza di Sala Consilina un importante tassello della storia locale. Alle ore 11.00 presso il Polo Culturale in via Cappuccini, infatti, si terrà il taglio del nastro del Museo Archeologico di Sala Consilina, un progetto realizzato grazie al contributo di diversi soggetti istituzionali che, con un’azione in perfetta sintonia, hanno ridato luce ad un luogo di grande importanza storica.

Una vera rete di soggetti ha collaborato alla realizzazione di questo progetto, in primis il Comune di Sala Consilina con la precisa volontà di divulgare la conoscenza di un patrimonio che testimonia la cultura delle origini delle popolazioni del Vallo di Diano, il MIBAC e la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino. Nel tentativo di rendere fruibile ed attrattiva ad una giovane utenza il percorso museale e per sviluppare al suo interno progetti didattici, i vari ambienti sono stati arricchiti dai lavori degli studenti del Liceo Artistico di Teggiano guidato dal Dirigente scolastico Rocco Colombo. Un progetto di rete territoriale che ha unito operatori culturali, economici ed istituzionali al fine di dare una visione delle origini del territorio, attraverso la divulgazione dei suoi ritrovamenti archeologici.

Alla cerimonia dopo i saluti di Francesco Cavallone, sindaco del Comune di Sala Consilina, interverranno Anna Di Santo, Direttrice Museo Archeologico, Gelsomina Lombardi, assessore alla Cultura del Comune di Sala Consilina, Carmine Pellegrino, dell’Università degli Studi di Salerno – Dipartimento di Scienze dei Beni Culturali, Rocco Colombo, Dirigente Scolastico Istituto Istruzione Superiore “Pomponio Leto” di Teggiano, Michele Albanese, Direttore Generale Banca Monte Pruno.






Le conclusioni saranno affidate a Mariagiovanna Riitano, Direttore del Dipartimento di Scienze dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Salerno, e Francesca Casule, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino.

Dopo il convegno, taglio del nastro e visita guidata del Museo Archeologico.

– Annamaria Lotierzo – 





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*