Spara a due operai scambiandoli per ladri. Paura per un 40enne di San Pietro al Tanagro nel Potentino























Sono stati attimi di terrore quelli vissuti martedì ad Avigliano, in provincia di Potenza, da due operai, un 40enne di San Pietro al Tanagro ma residente a Teggiano ed un uomo del Napoletano.

I due, infatti, mentre stavano censendo i pali della rete elettrica nell’ambito di un lavoro commissionato da Enel, si sono visti venire incontro un uomo che sparava con un fucile nella loro direzione. Immediatamente hanno avuto la prontezza di allertare i Carabinieri che sono giunti sul posto.

L’uomo, un 60enne di Avigliano, spinto dalla paura dei ladri, è uscito fuori imbracciando il fucile ed esplodendo dei colpi in aria. I militari dell’Arma, però, hanno verificato che i due operai erano ben identificabili, dato che indossavano la tuta da lavoro e guidavano un’auto della società incaricata del lavoro da effettuare.







Subito dopo sono entrati nell’abitazione del 60enne e l’hanno perquisita ritrovando, oltre al fucile utilizzato per esplodere i colpi, anche due pistole e delle munizioni legalmente detenute. Le armi sono state comunque sequestrate preventivamente e l’uomo è stato denunciato.

Soltanto tanta paura per l’operaio valdianese e per il suo collega che, fortunatamente, non sono rimasti feriti in seguito all’esplosione.

– Chiara Di Miele –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*