Sfonda con l’auto la vetrina di un bar in cui gli avevano negato da bere. Arrestato 40enne a Potenza L'uomo è stato trovato con un tasso alcolemico superiore alla norma e positivo all'assunzione di droghe





































 

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Potenza, coordinati dal Capitano Gennaro Cascone, ieri sera hanno arrestato in flagranza dei reati di lesioni personali, minaccia e danneggiamento aggravati, nonché guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, il 40enne potentino M.G., noto alle Forze dell’Ordine.

L’uomo, intorno alle 18.30, in evidente alterazione psicofisica si è recato più volte in un bar dove ha chiesto da bere. Dopo l’ennesima richiesta respinta e dopo aver importunato alcuni avventori e passanti in strada, è stato invitato dal proprietario del bar ad allontanarsi. In tutta risposta il 40enne lo ha minacciato, ha finto di andar via ed invece, dopo aver fatto il giro dell’isolato, è salito a bordo di una Ford Fiesta, ha abbattuto due paletti di ferro messi a protezione del porticato, ha spazzato via tavoli e sedie presenti all’esterno, ha sfondato la vetrata del bar e, non contento, per ben quattro volte ha inserito la retromarcia per poi prendere di nuovo la rincorsa e, con maggiore violenza, riuscire ad abbattere il pilastro che divide i due accessi adiacenti del bar.







Il proprietario dell’esercizio non è stato colpito solo grazie alla prontezza di riflessi che gli ha consentito di spostarsi. Allo stesso modo, un avventore che si trovava lì per caso, vista la situazione, è intervenuto per tentare di bloccare il malintenzionato, ma per proteggersi e ripararsi è stato costretto a spingersi all’interno di un portone condominiale facendosi male alla spalla.

M.G., oltre ad avere nel sangue un tasso alcolemico superiore alla norma consentita e a risultare positivo all’assunzione di droghe, ha riportato delle escoriazioni alla testa.

Le operazioni dei militari si sono concluse con l’arresto dell’uomo e l’Autorità Giudiziaria ne disposto la traduzione presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

5/3/2018 – Tragedia sfiorata a Potenza. Auto piomba sull’ingresso di un bar, ferito un passante































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*