Servizio Civile Nazionale. Il Comune di Padula seleziona 20 giovani volontari per due progetti





































Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha pubblicato il Bando per la selezione di 3524 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in Campania, per un periodo continuato di 12 mesi. Il Comune di Padula ha avuto l’approvazione di 2 progetti per un totale di 20 volontari. Tra questi, 12 saranno affidati al progetto “Valorizziamo il sistema museale di Padula” e 8 volontari al progetto “Il Girotondo 2018“.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni), cittadini italiani, cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornati in Italia, persone che non hanno riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che abbiano già prestato Servizio Civile Nazionale oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista o che alla data di pubblicazione del bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di Servizio Civile Nazionale ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani. Non possono partecipare, inoltre, i giovani che hanno in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi. Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda l’aver già svolto il Servizio Civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL o aver interrotto il Servizio Civile Nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.




Le domande di partecipazione dovranno pervenire al Protocollo del Comune di Padula entro il 28 settembre. Alla domanda vanno allegati la dichiarazione relativa ai titoli, l’informativa sulla privacy, la fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità (pena esclusione), curriculum e fotocopia dei titoli in possesso (diploma, laurea, corsi di formazione, Ecdl, attestati), la fotocopia del codice fiscale. Le stesse devono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità: a mezzo raccomandata A/R indirizzata a Comune di Padula, Largo Municipio 1, Padula, 84034; consegnate a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Padula, via Largo Municipio, 1; tramite PEC all’indirizzo protocollo.padula@asmepec.it. Le domande potranno essere presentate a mano dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Il termine è fissato alle ore 18.00 del 28 settembre, con Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo protocollo.padula@asmepec.it alle ore 23.59 del 28 settembre, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf. La domanda inviata tramite PEC dovrà essere inviata all’indirizzo ed indicare come oggetto della mail “Domanda di partecipazione Bando Servizio Civile Nazionale 2018“.

La selezione avverrà il 29 ottobre. E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione di tutti i progetti inseriti nel bando.

– Chiara Di Miele –





























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*