Scoperti con pistola e proiettili a San Pietro al Tanagro. Arrestati 51enne del posto e 48enne rumeno L'arma era stata rubata a Capaccio nel mese di luglio del 2015



































Nella notte, a San Pietro al Tanagro, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno arrestato due pregiudicati, un 51enne del posto ed un 48enne rumeno, per detenzione e porto di arma ricettata e munizioni.

I militari del Radiomobile e della Stazione di Sala Consilina hanno fermato una Fiat Punto con a bordo i due. Nell’accostare presso un’area di servizio di San Pietro al Tanagro, il 48enne straniero si è dato alla fuga nelle campagne circostanti, disfacendosi di una pistola semiautomatica (marca Astra cal. 7.65) perfettamente funzionante, completa di serbatoio con 6 proiettili, gettandola in un bidone dell’immondizia.

I Carabinieri hanno immediatamente rintracciato l’uomo in fuga ad Atena Lucana. All’interno dell’auto sono stati ritrovati e sequestrati altri 14 proiettili calibro 7.65.







Dalla prime indagini si è potuto accertare che l’arma da fuoco è provento di un furto consumato a Capaccio Scalo nel mese di luglio del 2015 e sarà sottoposta ad accertamenti per verificare l’eventuale utilizzo in azioni delittuose.

I due uomini sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima da parte dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

– Paola Federico –































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*