Scippò una catenina d’oro ad una donna a Polla. Arrestato 27enne rumeno Denunciati due complici































Nelle prime ore del mattino, a San Valentino Torio, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno arrestato un 27enne di origini rumene per rapina aggravata.

I Carabinieri hanno eseguito una misura cautelare nei confronti del giovane, incensurato, emanata dal Tribunale di Lagonegro, su richiesta della locale Procura della Repubblica, sulla scorta delle indagini condotte dal Nucleo Operativo della Compagnia Valdianese e dai militari della Stazione dei Carabinieri di Polla, a seguito della rapina avvenuta nel centro abitato di Polla nella mattinata del 24 giugno.

Il feroce episodio aveva avuto vittima una donna 69enne che, mentre passeggiava per via della Rimembranza, in un momento nel quale la strada era rimasta deserta, era stata avvicinata dal giovane che, dopo averla violentemente bloccata, le aveva strappato dal collo una catenina in oro dandosi poi alla fuga con altri due complici di nazionalità rumena (denunciati) a bordo di una Lancia Y di colore bordeaux.






Le repentine indagini dei Carabinieri, condotte attraverso l’acquisizione dei sistemi di videosorveglianza di privati e attraverso accertamenti vari, hanno permesso di ricostruire le varie fasi della rapina, risalendo all’auto utilizzata dal rapinatore e dai due complici per giungere sul posto e darsi successivamente alla fuga.

L’arrestato è stato condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

– Paola Federico –


  • Articolo correlato

24/6/2018 – Polla: avvicinano un’anziana, le scippano una catenina e si danno alla fuga





























3 Commenti

  1. Siamo una nazione che ci metterà anni per ritrovare un briciolo di orgoglio NAZIONALE.. non per colpa degli ITALIANI ma per colpa di quattro bravi ragazzi che occupando tutti i scranni del potere dettando le linee di condotta di una Nazione…. Proprio oggi una sentenza di una Corte d appello (se non erro) ha permesso che un cittadino Romeno scontasse la pena in Italia perché a fronte di un mandato di estradizione delle autorità Romene,la stessa sezione dopo aver preso informazioni tramite consolato,ha deciso che le carceri Romene sono TROPPO DURE….!!!! C’è da allargare le braccia e volgere lo sguardo al futuro… Perché prima o poi… Questo schifo FINIRÀ… volente o nolente….
    Ps… Vogliate non censurarmi come nel 99%,dei casi….. Grazie

  2. Giustizia says:

    Ma costruiamo più carceri . I colpevoli devono pagare la loro pena.

  3. Davide orlando says:

    Ma quali arresti domiciliari, ai lavori forzati dalla mattina alla sera.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*