Sapri sotto shock per l’omicidio di Antonietta Ciancio. Il marito: “Colpo di pistola accidentale”

































 

La piccola cittadina saprese è ancora sotto shock questa mattina dopo l’omicidio scoperto ieri nel primo pomeriggio in un’abitazione nel cuore della città.

Gabriele Milito, noto ragioniere del posto e persona molto stimata e apprezzata, ha confessato di aver ucciso la moglie, Antonietta Ciancio, originaria di Torraca e maestra in pensione da qualche anno.






Secondo quanto dichiarato da Milito si è trattato di un colpo accidentale che è partito dalla sua pistola, una calibro 7,65 regolarmente detenuta insieme ad alcuni fucili. L’arma poi è stata riposta dallo stesso ragioniere in un cassetto con ancora un colpo in canna.

Al momento della scoperta del cadavere della donna, Milito non era in casa. È stato ritrovato in evidente stato confusionale dopo qualche ora a Rivello, una località non molto distante da Sapri dove la coppia era solita andare. Trasportato immediatamente alla Stazione dei Carabinieri di Sapri, è stato interrogato per molte ore dai militari e dal Procuratore capo di Lagonegro Vittorio Russo.

Dalle prime indagini fatte sul corpo della donna pare che l’omicidio sia avvenuto sabato 28 aprile, dato l’evidente stato di decomposizione in cui si trovava il cadavere. Nulla avevano sentito o percepito i vicini di casa perché la coppia viveva in un appartamento a fianco del quale non vi era nessuno. Anche se qualche inquilino del palazzo iniziava a sentire un cattivo odore proveniente dal loro appartamento.

La coppia, prima di ieri, non aveva mai dato segni di preoccupazione. Spesso venivano visti passeggiare sul lungomare di Sapri e sembravano agli occhi di tutti molto uniti e affiatati.

Al momento la salma della donna è nel reparto di Tanatologia dell’ospedale “Immacolata” di Sapri in attesa dell’esame del medico legale che si terrà lunedì 7 maggio per stabilire le cause e le modalità che hanno portato alla morte la maestra Antonietta.

Per l’uomo invece si sono aperte le porte del carcere di Potenza dove Milito è stato trasportato con l’accusa di omicidio volontario.

– Maria Emilia Cobucci –


  • Articolo correlato

2/05/2018 – Omicidio a Sapri, 69enne uccisa con un colpo di arma da fuoco alla tempia. Arrestato il marito

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*