Sanza:l’Amministrazione impegnata per il rientro in Patria delle spoglie del soldato Giuseppe Di Spirito Il sindaco Esposito:"Doverosi gli onori istituzionali ad un giovane che ha sacrificato la vita"

























L’Amministrazione Comunale di Sanza è a lavoro per il rientro in Patria delle spoglie mortali del soldato Giuseppe Di Spirito, morto durante la Seconda Guerra Mondiale. Da alcune settimane, grazie ad un lavoro certosino e al contributo offerto da Salvatore Gasparro ed Enia Accettura, è stata individuata la sepoltura del giovane soldato nato a Sanza il 5 maggio 1924, morto il 22 marzo 1944 e sepolto nel cimitero di Fulerumerstrasse/Essen (Nord Reno-Westfalia) in Germania.

Individuata la posizione tombale, la n° 151. La ricerca ha dimostrato che la salma è stata riesumata e traslata ad Amburgo nel cimitero militare italiano d’onore. Attualmente si trova nel riquadro 2, fila T, tomba 6.

Nei giorni scorsi il sindaco Vittorio Esposito ha provveduto ad informare i suoi congiunti più prossimi ed ora si sta valutando la procedura per il rimpatrio delle spoglie mortali di questo giovane caduto del quale per molti anni si era smarrita la memoria storica. “Un atto di grande generosità e rispetto da parte della nostra comunità favorire il rientro in Patria delle spoglie mortali del nostro concittadino in modo che dopo 74 anni possa riposare nella sua terra. E’ doveroso da parte nostra il ricordo e gli onori istituzionali ad un giovane che ha sacrificato la sua vita durante il secondo conflitto mondiale” ha dichiarato il sindaco Esposito.






Sono 16.079 i caduti italiani della Seconda Guerra mondiale (civili e militari) sepolti all’estero, nei cimiteri militari italiani di Amburgo, Berlino, Bielany, Francoforte sul Meno, Monaco di Baviera e Mauthausen. Tra loro, centinaia di soldati della provincia di Salerno.

– Chiara Di Miele –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*