Sant’Arsenio: il sindaco Donato Pica traccia il bilancio dei primi sei mesi di amministrazione



















A pochi giorni dall’inizio dell’anno il sindaco di Sant’Arsenio Donato Pica traccia un bilancio dei primi sei mesi di amministrazione. “Abbiamo iniziato con il piglio giusto – afferma il primo cittadino ai microfoni di Ondanews – cercando di aggredire tutte le problematiche e le emergenze aperte sul territorio comunale e questa metodologia di lavoro ci ha fatto constatare la pesantezza della situazione che abbiamo ereditato sotto tutti i punti di vista“.

Il sindaco Pica affronta nel suo bilancio una serie di tematiche che riguardano da vicino il territorio amministrato, tra cui la programmazione e le iniziative da mettere in campo, ma anche il recupero del ritardo nella programmazione con la partecipazione a tutti i bandi regionali pubblicati in questi mesi. “Condizione preoccupante” quella che il sindaco mette in evidenza riguardo alle infrastrutture principali, prima tra tutte le rete idrica e le trattative con il Consac per un progetto di servizio idrico integrato efficiente, e gli impianti di pubblica illuminazione e l’efficientamento energetico per ridurre i costi. Diversi gli interventi mirati che riguardano anche la sistemazione delle strade comunali e l’adeguamento della mensa scolastica. “Puntiamo ad una progettualità a 360° – continua Pica – che possa vedere il Comune potenzialmente destinatario di risorse europee ancora a disposizione“.

Il Comune di Sant’Arsenio, nei primi mesi di Amministrazione Pica, scommette anche sugli investimenti nel Borgo Serrone e sulla rivalutazione dei prodotti tipici locali, ma anche su iniziative sociali e culturali. Inoltre si prevede la realizzazione di una struttura sanitaria articolata nella casa di riposo per anziani, la redazione del Piano Urbanistico Comunale e la “grande scommessa” della rivitalizzazione dell‘ospedale di Sant’Arsenio, soprattutto dopo lo sblocco del finanziamento di circa 700mila euro per l’adeguamento della struttura alle norme di sicurezza e di antinfortunistica soprattutto per consentire il trasferimento delle Unità Operative di San Vito e l’avvio di nuove attività ambulatoriali e specialistiche.






Le difficoltà non mancano – sottolinea il sindaco Pica – c’è una paurosa carenza di lavoro e stiamo cercando di dare piccole risposte con gli strumenti utilizzabili. Il mio appello è ai consiglieri comunali, anche dell’opposizione, di collaborare e ai cittadini affinchè comprendano le grandi difficoltà che stiamo affrontando e anch’essi siano collaborativi“.

– Chiara Di Miele –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*