Sant’Arsenio: il presidente della Consulta dei Commercianti Italo Quercia: “Siamo stanchi di essere presi in giro”












Lettera alla redazione di Italo Quercia

Cari cittadini di Sant’Arsenio mi sento in obbligo di scrivere questa lettera lamentandomi e non poco del comportamento del sindaco in primis, autore di molteplici errori causati dal suo modo di porsi con la gente, prendendo decisioni senza consultare nessuno. Siamo stanchi di essere presi in giro, in quanto sono bravi a promettere ma non a mantenere.

Ribadisco che questi non sono problemi solo esclusivamente dei commercianti ma a patirne in primis sono i cittadini.

Abbiamo fatto numerose richieste al sindaco come la riorganizzazione del mercato, il disco orario per avere un riciclo dei posti auto e la richiesta del ripristino dei Parcheggi al centro della piazza. Come si evince dal progetto migliorativo della riqualificazione delle ville comunali di Sant’Arsenio, al centro della piazza erano previsti gli stessi numeri di posti auto già esistenti onde modifiche(circa 22) e 14 anteposti davanti l’Istituto Alberghiero demarcati con appositi pietre bianche che l’attuale amministratore ha deciso in una successiva delibera di giunta del 30/07/2015 di eliminare i 22 posti auto centrali e di predisporre circa 10 posti eliminando le pietre bianche ed utilizzando per quei pochi posti auto la demarcazione a vernice che oltre ad essere anti estetica, si sarebbe presto cancellata arrecando un ulteriore spesa alle casse comunali. Queste modifiche rappresentano quindi un spesa ulteriore per le casse comunali, un danno ai commercianti ed ai cittadini di Sant’Arsenio che si vedono privati di circa 22 posti auto al centro della piazza.

Rispondendo all’impertinente affermazione dell’assessore ai lavori pubblici Nicola Del Negro che le nostre accuse sono fondate, che i tempi tecnici sono un ulteriore scusa per prendere tempo e non ripristinare i parcheggi che prima erano circa 44 ed ora ne vogliono ripristinare solo 26.

Quindi dato che la matematica non è un’opinione due sono le cose o l’assessore non abita a Sant’Arsenio o non sa contare.

– Italo Quercia – Presidente della Consulta dei Commercianti


 




2 Commenti

  1. eleonora says:

    ma il sindaco mica sta davanti al bar dalla mattina alla sera)))))))))che tipo da spiaggia!!!

  2. Ti dispiace pure a te del taglio dei pini marittimi?

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*