Sanità: Rocco Giuliano:”Caldoro ha preso l’impegno di sbloccare il blocco del turn-over”



















“Ho avuto personalmente rassicurazione dal governatore Caldoro che al tavolo di concertazione Stato-Regioni sosterrà con forza lo sblocco del turn over che ha impedito nuove assunzioni da anni anche all’ospedale di Polla”. A riferirlo è stato il sindaco di Polla e consigliere provinciale Rocco Giuliano il quale, a fronte dei momenti di criticità che vive l’ospedale del Vallo di Diano, si è recato personalmente presso la sede della Regione Campania per sostenere quella che ha spesso definito “una battaglia di dignità per il nostro territorio”.

“La mancanza di Dirigenti Medici di vario livello e di personale paramedico e amministrativo è il “male” peggiore che affligge il nostro ospedale – continua Giuliano – Grazie all’abnegazione continua di scrupolosi e attenti professionisti e del personale tutto, esistono nel nostro Ospedale delle vere eccellenze di cui andiamo fieri, ciò m’impone di rivolgere un forte plauso a quanti con onesta professionalità fanno il loro dovere, spesso anche sottoponendosi ad un surplus di lavoro. Spesso l’assenza giustificata di un solo dirigente medico mette a rischio l’assistenza rendendosi, pertanto, necessario il ricorso alla cosiddetta ALPI che consente l’utilizzo di personale in aggiunta al normale orario di servizio e a faticose ed estenuanti guardie inter-divisionali. Purtroppo la sanità campana ha dovuto ripianare una voragine di debiti che aveva ed ha raggiunto i parametri di spesa dovuti per attingere a nuove risorse economiche nazionali che , mi auguro, l’attuale governo non gli neghi, dopo tutti i sacrifici affrontati in questi anni di gravi ristrettezze economiche. Ai colleghi Sindaci chiedo di essere uniti nei sollecitare il Direttore Generale Squillante a dare corso alle priorità concordate nella nostra riunione tenutasi ultimamente presso il Comune di Sassano, soprattutto consentire i trasferimenti temporanei di medici di altre strutture sanitarie  presso il nostro ospedale per scongiurare la chiusura eventuale di qualche reparto. Dobbiamo lavorareconclude Giuliano – in sinergia per garantire la Salute ai cittadini, un Diritto sancito dalla Costituzione Italiana, e un obbligo a cui nessuno si può e si deve sottrarre. Sento il bisogno, infine, di rivolgere qualche disappunto per la presenza nel nostro ospedale  di qualche “mela marcia” che impiega il proprio tempo a gettare discredito e infamia che a nulla giovano per la risoluzione delle criticità del loro luogo di lavoro.

– redazione –































Comments are closed.