Una salernitana finalista al concorso di Rai Cinema. Il film verrà girato nel Vallo di Diano e nel Cilento



















Una storia da raccontare, una trama a disposizione dei lettori online da scegliere, cambiare o continuare, una sceneggiatura da produrre e un film da girare come premio finale.

Tutto questo è “Melt-a-Plot”, il concorso nazionale di Rai Cinema e Tempesta Film, in collaborazione con MyMovies.it, in cui sono gli utenti della community virtuale a scegliere, tra vari, il racconto più appassionante e a dargli una chance per diventare la sceneggiatura di un vero e proprio film destinato alle riprese e prodotto dalla Rai.

Tra i finalisti del concorso Barbara Kornfeld, salernitana, autrice e produttrice tv per reti nazionali e per documentari e guide turistiche nel Cilento e nel Vallo di Diano.






Nella classifica di “Melt-a-plot” Barbara, attualmente, è la seconda sceneggiatrice più votata e ha una possibilità su sei che il suo scritto diventi una pellicola cinematografica, ambientata anche nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni (già in alcuni video di presentazione del lavoro sono contenute suggestive immagini del territorio, tra cui Teggiano e Buonabitacolo). “Cuori in gabbia: la storia di Aldo e Laura” è il racconto della Kornfeld:  un poliziesco che non lascia da parte i sentimenti, come quello dell’amicizia, e che fa leva sulla denuncia di tematiche sociali di attualità, come la criminalità, l’abuso sessuale e il traffico di organi.

Votare il racconto di Barbara è semplice e gratuito: fino alle ore 12.00 di oggi, giovedì 10 aprile, collegandosi al sito www.meltaplot.rai.it, basta cercare la trama “Cuori in gabbia: la storia di Aldo e Laura” e cliccare sul tasto VOTA.

Chiunque (purchè dotato di indirizzo e-mail, profilo Fb o Twitter)  può scegliere il racconto dell’autrice salernitana per dare al territorio del Parco la possibilità di diventare la scenografia della pellicola di produzione Rai.

Il 16 aprile una giuria di membri della community decreterà il vincitore presso la Scuola Holden di Torino. Una curiosità: alla fine della gara, a vincitore proclamato, saranno gli stessi meltaplotter a creare il film, disegnando i costumi, scegliendo gli attori adatti e trovando le location (Barbara ha scelto, appunto, il Cilento e il Vallo di Diano).

– Chiara Di Miele –


 























Comments are closed.