Sala Consilina:al via la collaborazione tra il Forum dei Giovani e l’Associazione LIBERiamoci di Auletta Il presidente del Forum, Rosaria Romanelli:"Attivi dal 14 febbraio corsi gratuiti di scrittura creativa e di chitarra"



















Si è svolto ieri l’incontro per sancire l’inizio della collaborazione tra il Forum dei Giovani di Sala Consilina e l’Associazione LIBERiamoci di Auletta, presso lo spazio Forum di Sala Consilina a Palazzo del Vecchio. Il presidente del Forum dei Giovani, Rosaria Romanelli, racconta quali sono i progetti in cantiere e quelli già in attivo.

  • Sappiamo che stanno per partire alcuni corsi gratuiti, in cosa consistono?

“Partiranno dal 14 febbraio due corsi, uno di scrittura creativa e uno di chitarra, ma non sono gli unici, perché sono in programmazione per marzo e aprile altri corsi. La cosa che vogliamo sottolineare è l’autonomia che abbiamo dato ai ragazzi di poter gestire ed organizzare questi corsi. L’idea nasce per dare l’opportunità a chiunque di poter seguire gratuitamente dei corsi, di musica o di scrittura, e sfruttare al meglio la nostra sede”.

  • Per quanto riguarda il progetto “Ij sto ‘ccà”, avete intenzione di portarlo avanti, ci sono progetti futuri?

“‘Ij sto cca” è una realtà che si è ingrandita con il tempo, coinvolgendo anche altri paesi del Vallo, di conseguenza attraverso l’aiuto e la collaborazione delle altre associazioni speriamo di poter portare avanti il progetto”.






  • Cosa vi aspettate dalla collaborazione con l’Associazione LIBERiamoci di Auletta e con gli altri Forum e associazioni del Vallo?

“Crediamo che la collaborazione utile tra di noi sia fondamentale, utile nel senso che allargare il ventaglio di collaboratori comporta anche l’accrescimento delle nostre azioni”.

Il presidente di LIBERiamoci, Teodoro Cocozza, durante il dibattito, ha voluto sottolineare l’importanza della collaborazione definendola quasi un piccolo “miracolo”, nella speranza di “creare una catena esemplare che abbia un filo monotematico, tra le due associazioni, dove ognuno sia libero di raggiungere il picco più alto o quello più basso”.

– Grazia Santarsiere – 

 























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*