Sala Consilina: Truffa all’INPS, ieri l’interrogatorio di garanzia. Santarsiere sceglie il silenzio































Si è svolto ieri, a Salerno, l’interrogatorio di garanzia delle quattro persone arrestate nell’ambito di un’inchiesta su una presunta truffa all’INPS che ha fatto finire in manette due sindacalisti, un consulente del lavoro ed un imprenditore i quali, stando a quanto emerso dalle indagini, avrebbero costituito un’associazione a delinquere che ha truffato lo Stato facendo versare alle casse pubbliche 745mila euro di cassintegrazioni non dovute.

L’unico a rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminare, Sergio De Luca, è stato il consulente del lavoro di Sarno Claudio Pagano. Gli altri, (l’ex segretario provinciale della Fisascat Cisl, Mariano Santarsiere di Sala Consilina; il delegato provinciale Fisascat, Remo Criscuolo di Eboli e l’imprenditore Giuseppe Iannece di Campagna) hanno preferito avvalersi per ora della facoltà di non rispondere, rimandando eventuali dichiarazioni a future memorie difensive o richieste di interrogatorio. Pagano  ha respinto tutte le accuse spiegando di aver sì redatto le pratiche che la Procura reputa irregolari, ma di averlo fatto in assoluta buona fede, sulla base della documentazione che gli veniva fornita dagli imprenditori. La Procura è invece convinta che il consulente del lavoro si fosse prestato con piena consapevolezza e in cambio di denaro, a un meccanismo truffaldino che avrebbe consentito a un gruppo di imprenditori  di incassare centinaia di migliaia di euro. Il profitto veniva poi diviso con gli organizzatori del raggiro e proprio sulla distribuzione degli utili sarebbero sorti, nel 2012, dissidi tra Criscuolo e Santarsiere da un lato e Pagano e l’ebolitano Antonello Di Rosario (titolare di una società di formazione professionale) dall’altro.

– Erminio Cioffi –





  • Articolo correlato

210/01/2014 – Sala Consilina: Truffa all’INPS, oggi l’interrogatorio di garanzia del sindacalista arrestato giovedì






























Comments are closed.